×

About Triulzi

Tecnologia made in Italy dal 1950 nel mondo

Una passione di famiglia

Un’azienda familiare per un business globale. Uno Staff professionale che vi ascolta e vi segue con cura. Un team aggiornato che si appassiona a ogni progetto e dà sempre il massimo. Siamo pragmatici, disponibili, diretti: abbiamo pochi livelli e ci impegniamo a darvi risposte nel più breve tempo possibile. Crediamo nelle persone e nei rapporti trasparenti che durano; i numeri vengono dopo.

Una storia tra creatività e tecnologia

1952

Fondazione

Cesare Triulzi, dopo le prime esperienze lavorative, ha un’idea e con 500 mila lire regalate dal padre decide il proprio destino imprenditoriale. Nel 1952 a Bovisio Masciago fonda Triulzi che produce in modo artigianale macchine automatiche per lavare i vetri. Novità assoluta per l’Italia, la lavatrice e asciugatrice per vetri si diffonde rapidamente presso tutte le vetrerie, da nord a sud. Il laboratorio artigianale cresce, grazie anche alle prime commesse che arrivano da oltralpe. Viene prodotto il modello Cristal Mundus per convogliatore specchi.

1960

Espansione

La fama di pioniere e inventore di macchine per il lavaggio e l’asciugatura dei vetri si allarga all’Europa e al mondo. Il signor Cesare, in prima persona, partecipa alle più importanti fiere mondiali, portando, in anticipo su tutti, il “made in Italy” nei mercati internazionali.Milano, Parigi, Mosca, Washington, Düsserldorf… dovunque le macchine Triulzi riscuotono interesse e apprezzamento. Dal mercato giungono richieste per ampliare la gamma dei prodotti, inserendo nuove funzioni e operazioni automatiche.

1970

Ampliamento

La produzione si amplia e l’azienda si trasferisce a Limbiate, negli spazi attuali, più grandi e funzionali. Vengono ideate e costruite nuove macchine che diventano punti di riferimento, come il convogliatore per specchi. E, ancora una volta, prima in Italia Triulzi realizza la macchina per la stratificazione del vetro: un concentrato di tecnologia, innovazione e affidabilità che fa il giro del mondo e contribuisce ad aprire nuovi mercati.

1980

Riconoscimenti

Sono anni di grande soddisfazione per Triulzi. L’azienda è ormai strutturata e presente con i suoi prodotti in tutto il mondo; anche la rete degli agenti e rappresentanti si consolida. Il signor Cesare vede ricompensati gli sforzi e l’impegno profusi nel corso degli anni ricevendo un premio dalla Camera di Commercio di Milano: la medaglia d’oro per meriti legati all’esportazione del prodotto “made in Italy” nel mondo. Un riconoscimento ufficiale che conferma l’attitudine creativa e tecnologica dell’azienda. Vengono realizzati i modelli: Toscana Mini e Jumbo.

1990

Consolidamento

Sono anni di trasformazione e di new entry in azienda. La nuova generazione Triulzi entra nella compagine con entusiasmo, idee, competenze, contribuendo a ottimizzare la struttura organizzativa, sempre più proiettata verso i mercati esteri. Nel frattempo, il signor Cesare riceve due attestati “honoris causa” negli Stati Uniti e in Francia. Ma nessuno dorme sugli allori. Infatti, per venire incontro alle richieste del settore fotovoltaico, vengono realizzate macchine per i pannelli solari (e, successivamente, una vera e propria divisione dedicata). Viene costruito il modello per il processo in automatico del vetro acidato.

2000

Innovazione

Sempre attenta all’evoluzione dei mercati e ai problemi dei clienti, Triulzi realizza la macchina talcatrice per il settore automotive, uno tra i più esigenti sia per prestazioni che per qualità. Ma l’attenzione si sposta anche su altri settori applicativi come l’edilizia e gli interni. Mentre continua la partecipazione a fiere internazionali, dalla Russia alla Cina, dal Brasile all’India: dove l’azienda viene guardata con rispetto anche dai colossi del settore.

Oggi

Ogni giorno

Grazie all’immutato spirito pionieristico e all’inesauribile creatività che l’hanno accompagnata dalla nascita, Triulzi porta nel mercato soluzioni innovative come la macchina per il vetro antifuoco (che, superata la fase di prototipazione, è già al lavoro in Europa) e il bagno a ultrasuoni che sfrutta l’efficienza delle nanotecnologie per una perfezione di lavaggio mai raggiunta fino ad ora. Tutto ciò conferma che la nuova generazione alla guida di Triulzi ha ereditato il meglio da chi l’ha fondata più di sessanta anni fa.

Futuro

Il nostro domani è oggi

L’innovazione è nel nostro DNA. E il nostro sguardo è sempre rivolto alle nuove sfide del mercato. Stiamo già lavorando su progetti che presto diventeranno standard in tutto il mondo. Il futuro è appena cominciato.

Ricerca e sviluppo

Oltre 60 anni di innovazione

Ricerca e sviluppo

Così possiamo sintetizzare la nostra storia che vanta alcuni primati ed è alimentata da un forte spirito inventivo. Una passione che ci ha trasmesso il fondatore, Cesare Triulzi, ed è un valore condiviso da chiunque in azienda. Da sempre investiamo risorse in Ricerca e Sviluppo e siamo aperti alle nuove tecnologie applicate in altri settori. Molte innovazioni nascono dalla collaborazione con i clienti: così il nostro know how cresce insieme al loro business. Cerchiamo sempre di migliorarci: ci piace sperimentare e trovare soluzioni brillanti, che anticipano il futuro. Un’attitudine che ci spinge a collaborare con prestigiose Università come il Politecnico di Milano, ospitando studenti di ingegneria per lunghi, produttivi stage.

Progettazione, produzione e personalizzazione

Qualità trasparente a prova di test

Progettazione, produzione e personalizzazione

Le nostre macchine lavano e asciugano in modo perfetto. Così perfetto che il vetro sottoposto a ispezione con lampade speciali non rivela alcuna imperfezione o residuo di trattamento: una condizione indispensabile e necessaria per continuare le successive lavorazioni con la certezza di ottenere il massimo. La nostra organizzazione interna e la filiera esterna di fornitori (selezionati in base a rigorosi standard di affidabilità) garantiscono un controllo completo sulla qualità: dall’origine dei materiali alla certificazione dei componenti, dal montaggio al collaudo finale. Inoltre, grazie a un gestionale di nuova generazione, i clienti sono in grado di controllare personalmente lo stato di avanzamento della produzione.